La miglior racchetta da Ping Pong in questo momento è la Stiga Sterope WRB. Perché? Semplicemente è dotata di un’eccellente velocità, un alto punteggio di effetto ed ha un buon controllo. Ma ora partiamo subito con le recensioni di tutti i modelli con le fasce di prezzo e le caratteristiche del 2019.

Migliori racchette da Ping Pong

Migliori racchette economiche per principianti ^

Le racchette da Ping Pong per principianti e intermedi hanno un discreto grip. Sono resistenti e affidabili, veloci quando serve e con una buona resa in difesa. Non sono racchette professionali e la classificazione non supera le 5 stelle. In compenso, fanno bene il loro lavoro e sono ottime per l’allenamento.

Negli anni, alcuni marchi sono diventati una garanzia nel settore, quindi di seguito abbiamo recensito le migliori del 2019 per i principianti.

Racchette Joola ^

1. Joola 54200 – Migliore per iniziare

Joola 54200 - Miglior racchetta da Ping Pong per iniziare

La Joola 54200 è una racchetta per principianti. Tende più verso la difesa che verso l’attacco, tuttavia si presenta come una racchetta allround efficace e comoda per i primi allenamenti. Prevede una manutenzione costante e ha un peso di 168 grammi. Non è consigliata per gli esperti, ma è in grado di dare ottime soddisfazioni in campo.

Il tipo di gomma utilizzato è un’esclusiva Joola: si tratta del modello 4 you, di qualità molto alta, che ti garantirà un’impugnatura salda grazie al manico concavo. Ha uno strato di gommapiuma e spugna per un maggior controllo della pallina. Come primo modello sportivo, la Joola 54200 ha un ottimo rapporto qualità/prezzo. Le dimensioni sono 17x25x3 cm.

2. Joola Spider – Migliore per il massimo controllo

Joola Spider - Miglior racchetta da Ping Pong per il massimo controllo

La Joola Spider ha il telaio in legno e balsa. Dal peso di 168 grammi, è perfetta per i giocatori allround. Ha tutto quello che si possa desiderare da un giocatore principiante: un ottimo bilanciamento, controllo impeccabile, buon comportamento sia in difesa che in attacco.

La manutenzione è molto più semplice rispetto alla Joola 54200, perché non è necessario cambiare troppo spesso la gomma. Ideale per le prime competizioni: la gomma Infinity e il manico concavo leggermente svasato sono i migliori per divertirsi.

Per giocatori intermedi, un’ottima sostituzione nel passaggio da una racchetta base verso una con qualcosa in più. Le misure sono 30,8×19,2×2,8 cm.

3. Joola Mega Carbon – Migliore per bilanciamento

Joola Mega Carbon - Miglior racchetta da Ping Pong per bilanciamento

Leggera, maneggevole e con un’ottima risposta nello spin, la Joola Mega Carbon è un po’ pesante, ma premia il giocatore aggressivo con una velocità impeccabile.

Puoi dare una stoccata al tuo avversario grazie all’ottimo bilanciamento anche se non sei un giocatore professionista. Le misure sono di 30,4x18x2,2 cm ed i materiali rappresentano un vero punto di forza, infatti il rivestimento è composto da:

  • 37% cotone
  • 36% poliacrilico
  • 17% poliammide
  • 6% poliestere
  • 4% elastodiene

Racchette Cornilleau ^

4. Cornilleau Nexeo X200 – Migliore per Outdoor

Cornilleau Nexeo X200 - Miglior racchetta da Ping Pong per Outdoor

La Nexeo X200 di Cornilleau si presenta nera e arancione, con un design molto sportivo. Si tratta di una racchetta per principianti da esterni, solida e molto robusta. L’impugnatura è in elastomero e garantisce un’ottima presa.

Resiste agli urti e alle intemperie. Con il peso di circa 4,54 grammi, è tra le migliori in circolazione per l’utilizzo in luoghi aperti. Ideale nel gioco outdoor, non è approvata dal codice ITTF per il gioco agonistico (in Italia FITET), ma si può usare per giocare con gli amici e per praticare attività sportiva.

La Nexeo X200 è la migliore se ami giocare in attacco ed è da preferire se non hai abbastanza esperienza per utilizzare una racchetta professionale. Le misure sono 20x10x6 cm.

5. Cornilleau Perform 800 – Migliore per reattività

Cornilleau Perform 800 - Miglior racchetta da Ping Pong per reattività

La Cornilleau Perform 800 ha 5 stelle ed è realizzata in legno compensato morbido, con un rivestimento aggiuntivo in spugna di 1,8 mm. Possiede un’impugnatura concava e garantisce un’ottima presa con prestazioni elevate grazie al sistema Aero Concept.

Molto leggera e reattiva, è molto interessante sia in attacco che in difesa. Per chi gioca già a livello intermedio, è un’ottima soluzione come prezzo. La gomma è molto resistente, quindi si presta bene a un uso logorante se segui tutti gli accorgimenti per prendertene cura. Il peso è di 141 grammi, mentre le misure sono: 30,6×17,6×1 cm.

6. Cornilleau Excell 3000 – Migliore per grip

Cornilleau Excell 3000 - Miglior racchetta da Ping Pong per grip

Con un eccellente grip sia in difesa che in attacco, la Cornilleau Excell 3000 è pensata soprattutto per chi ama il gioco aggressivo. Oltre allo strato di gommapiuma, ha uno strato di spugna di 2 mm.

È una racchetta da 5 stelle con un manico concavo per una presa più salda. Essendo molto leggera, ti garantirà un perfetto controllo sulla pallina. Il sistema di maniglie forate all’interno, con l’utilizzo di legno e carbonio, ti renderà la vita più facile nelle situazioni più difficili, quando dovrai conquistarti l’ultimo set per vincere la partita.

Quando giochi, fai attenzione a non colpire il tavolo per non rovinare la racchetta, la sua durabilità è buona ma non è immune a questi shock. Il peso di 159 grammi e le misure sono di 27,8×17,2×1,8 cm.

Racchette Palio ^

7. Palio Legend 2 – Migliore per l’attacco

Palio Legend 2 - Miglior racchetta da Ping Pong per l’attacco

Se per te l’attacco è la miglior difesa, abbandonerai questa Palio Legend 2 solo perché sei diventato un vero professionista del Ping Pong. Ideale per il livello intermedio, è una racchetta pesante, che lancia colpi micidiali.

La gomma è brevettata da Palio (Palio Hadou) e risulta molto pratica nelle manovre di manutenzione. Nonostante la velocità elevata, ti garantisce un ottimo controllo sull’attacco. L’impugnatura è allargata, per permetterti una presa sicura anche quando il gioco si fa duro. Si tratta di un modello preassemblato affidabile e di tutto rispetto. Il peso è di 259 grammi e le misure sono: 28×18,5×2,5 cm.

8. Palio Expert 2 – Migliore per gli effetti

Palio Expert 2 - Migliore racchetta da Ping Pong per gli effetti

La Palio Expert 2 è molto interessante se muovi i tuoi primi passi nel Ping Pong. Sfrutta la rotazione della pallina per gestire il controllo della partita e la velocità dell’attacco. La spugna è più morbida rispetto alla Palio Legend 2 e questa caratteristica ti sarà molto utile per i colpi backspin e sidespin. La struttura è completamente in legno ed è ben bilanciata.

Lo spessore della gomma è di circa 2.2 mm. Se hai bisogno di sostituire il telaio o le gomme, le trovi con più facilità rispetto ad altri modelli. Anche qui, si deve fare attenzione a non colpire con molta forza il tavolo con la racchetta, per evitare che si stacchi la gomma. Il peso è di 200 grammi, mentre le misure sono: 28×18,5×2,3 cm.

Piccola curiosità: nonostante il nome sembri italiano, la Palio è una realtà cinese.

9. Palio Master 2 – Migliore per le prime gare

Palio Master 2 - Miglior racchetta da Ping Pong per le prime gare

Cerchi una racchetta per sostituire la tua da principiante e che ti aiuti con le nuove tecniche da imparare a livello intermedio? La Palio Master 2 è la scelta giusta per le prime gare.

Garantisce un alto grado di rotazione della pallina e un’ottima potenza. Anche questa racchetta è approvata dal codice ITTF ed è molto versatile. Con l’impugnatura allargata, dominerai qualsiasi situazione sul tavolo da gioco. Abbastanza pesante e ben bilanciata, ti sorprenderà per come riesce a colpire in laterale, regalandoti spesso il punto decisivo.

I materiali sono di buona qualità e puoi cambiare le gomme senza perdere precisione. Ha un ottimo rapporto qualità/prezzo. Il peso è di 240 grammi. Le dimensioni sono di: 28×18,5×2,8 cm.

Migliori racchette professionali per esperti ^

Racchette Butterfly ^

10. Butterfly Zhang Jike ZJX 6 – Migliore per i materiali

Butterfly Zhang Jike ZJX 6 - Miglior racchetta da Ping Pong per i materiali

La Butterfly Zhang Jike ZJX 6 appartiene alle migliori racchette da Ping Pong per professionisti e la si può sfruttare al massimo solamente in gare in cui ci si gioca il tutto per tutto.

Oltre alla gomma wakaba, c’è un ulteriore strato di spugna di 2 mm. L’impugnatura concava è ben salda grazie al sistema Ergo Grip. Ha un sistema che assorbe all’interno del tubo del telaio l’energia cinetica della pallina, per poi convertirla in un attacco veloce e potente.

La gomma è molto dura e solo un giocatore esperto può gestirla al meglio: quando la pallina sarà scagliata come un proiettile, non mancheranno di sicuro alcune vibrazioni. Il peso è di 150 grammi, mentre le dimensioni sono: 30x20x8 cm.

11. Butterfly Timo Boll – Migliore per potenza di tiro

Butterfly Timo Boll - Miglior racchetta da Ping Pong per potenza di tiro

La Butterfly Timo Boll è pari al lancio di un missile. L’intera struttura è in legno konkavem wakaba ed è sempre wakaba anche la gomma. In più, c’è la copertura in spugna da 1,8 mm. Anche questa è una racchetta specializzata nell’attacco, quindi potresti avere delle prestazioni un po’ più basse in difesa.

Non sembra molto pesante in gioco, nonostante i 222 grammi di peso. Le dimensioni sono: 29×17,6×5 cm.

12. Butterfly Boll Spirit – Migliore per attacchi in laterale

Butterfly Boll Spirit - Miglior racchetta da Ping Pong per attacchi in laterale
Butterfly Boll Spirit

La Butterfly Boll Spirit è realizzata in legno e carbonio. La gomma Sriver L risponde molto bene ai colpi e permette di ribaltare le situazioni anche nei momenti più difficili della partita.  Basta prendere in laterale la pallina per trasformare l’attacco di un avversario in una risposta strategica senza neanche troppo sforzo.

In base all’esperienza, puoi scegliere se attaccare velocemente, oppure se agire per sfinimento, con piccole risposte più lente. Se sei al livello intermedio e vuoi fare il salto di qualità verso l’agonismo nel Ping Pong, dovrai solo ricordarti di prenderti cura di questa racchetta dopo ogni partita. Il peso è di 281 grammi. Le dimensioni sono di: 30,4×18,6×4,8 cm.

Racchette Stiga ^

13. Stiga 3-Star Trinity – Migliore da 3 stelle

Stiga 3-Star Trinity - Miglior racchetta da Ping Pong da 3 stelle

La Stiga 3-Star Trinity è da 3 stelle e possiede un manico concavo. Se già la Stiga a 2 stelle offre buone prestazioni quando sei agli inizi, la Stiga 3-Star Trinity è l’ideale per un approccio più avanzato.

Con una regolare manutenzione, potrai anche decidere di non cambiarla per tanto tempo. I materiali sono di ottima qualità e potrai assestare colpi diretti con una potenza difficile da raggiungere con altre racchette concorrenti. Il manico concavo è l’ideale per un’ottima presa e per avere sempre il controllo sulla racchetta. Il peso è di circa 200 grammi e le dimensioni sono: 35x25x10 cm.


14. Stiga Sterope WRB (5 stelle) – Migliore per stazza

Stiga Sterope WRB (5 stelle) - Miglior racchetta da Ping Pong per stazza

La Stiga Sterope WRB compensa un controllo minore con l’elevata velocità e con una potenza difficile da superare. La gomma ha uno spessore di 2 mm ed è completamente liscia. É costituita da 5 diversi strati di compensato ed ha un peso importante per una classificazione a 5 stelle. Per questo, è pensata solo per i professionisti in grado di mantenere il controllo e in possesso della giusta tecnica giusta per vincere ogni sfida.

Per i non professionisti sarebbe troppo difficile da maneggiare, ma quando il gioco si fa duro e hai bisogno di una racchetta pesante, questa è quella che stai cercando. Approvata dal codice ITTF, le misure sono: 4x30x18 cm.

15. Stiga Evolution – Miglior preassemblata

Stiga Evolution - Miglior racchetta da Ping Pong preassemblata

La Stiga Evolution è la migliore per la dispersione dell’energia cinetica della pallina. Ottima per la difesa, comoda per la controffensiva, risponde alle esigenze dei professionisti e di chi vuole iniziare a giocare sul serio a Ping Pong.

La gomma e la spugna qui non sono di due strati diversi, ma sono in un unico strato dallo spessore di 2 mm, per darti prestazioni elevate soprattutto sul controllo. Approvata anche nelle competizioni più importanti grazie al rispetto del codice ITTF, ha l’impugnatura concava. Assorbendo le vibrazioni, la racchetta attutisce la potenza della pallina e il manico ha un effetto quasi parafulmine sull’energia cinetica dell’avversario. Il peso è di 181 grammi, mentre le misure sono 30,8×18,x7,1 cm.

Racchette Atemi ^

16. Atemi 5000 – Miglior racchetta in carbonio

Reehut - Miglior racchetta da Ping Pong per spessore e densità

L’Atemi 5000 è una delle poche tra le migliori racchette da Ping Pong non in legno, ma in carbonio e balsa. Questi materiali offrono due vantaggi immediati: un gioco molto veloce e un controllo totale grazie al bilanciamento giusto del telaio.

Realizzata completamente in Europa, è una vera e propria macchina da competizione e ha l’impugnatura ultraleggera. La gomma rientra tra quelle agonistiche ACE OFF+ (“offensive” per un gioco più aggressivo).

L’interno della racchetta è costituito da 7 strati differenti, per uno spessore finale del piatto di circa 8 mm. Per alcuni lo spin potrebbe sembrare poco incisivo, ma con la tecnica giusta si può superare ogni ostacolo. É ideale anche per principianti e per bambini grazie all’alta qualità dei materiali. Le dimensioni sono di: 29×15,8×3 cm e il peso è di 240 grammi.

17. Atemi PRO Carbon 3000 – Migliore per performance

Atemi PRO Carbon 3000 - Miglior racchetta da Ping Pong per performance

L’Atemi PRO Carbon 3000 è una delle poche racchette da Ping Pong eco-friendly nella storia di questo sport. Il legno utilizzato non è tinto e l’azienda si impegna a rispettare l’ambiente. Possiede un ottimo sistema di bilanciamento con tecnologia BBS e puoi sceglierla con manico concavo, oppure con impugnatura anatomica.

La spugna è di 2.2 mm, con un ottimo bilanciamento tra velocità, spin e controllo. Garantisce ottime performance sia nelle schiacciate che nei movimenti. Il passaggio successivo per i professionisti è solo la racchetta da assemblare. Specifichiamo che la PRO Carbon è leggera e precisa, oltre a essere molto reattiva. Possiede ottime rifiniture e sicuramente non avrai bisogno di cambiare la gomma spesso. Il peso di 231 grammi e le dimensioni sono: 29,4×15,6x 3 cm.

Come scegliere la racchetta da Ping Pong? ^

Come sono fatte le racchette da ping pong (2)

Scegliere la racchetta da Ping Pong da sostituire o per iniziare a giocare è un’impresa ardua. Ti conviene scegliere una racchetta preassemblata o una da assemblare? Vuoi partecipare a gare importanti, oppure giocare semplicemente per divertirti? Di quale materiale deve essere la racchetta per essere di buona qualità?

Per iniziare a giocare, scegli una racchetta preassemblata. Sarà semplice da gestire, farà il suo dovere sul tavolo di gioco e, con un allenamento costante, imparerai velocemente le regole base del Ping Pong.

Al contrario, se nel 2019 sei un professionista e hai bisogno di uno strumento valido in qualsiasi condizione di gioco, ti conviene scegliere una racchetta da assemblare, per sostituire le gomme che non hanno più presa e per avere la certezza che la tua racchetta sia sempre performante in competizione.

La racchetta giusta dipende anche dal tipo di giocatore. C’è chi punta sull’attacco, chi sulla difesa e chi cerca una strategia a metà tra le due (allround). Per giocare e per fare i primi passi nel mondo del Ping Pong, scegli sicuramente una racchetta allround.

Quando saprai qual è il tuo punto di forza, sceglierai una racchetta in base al tuo stile di gioco. Se hai altre domande iscriviti ad un forum come Tennis-Tavolo.com, potrai fare domande direttamente agli utenti e ricevere una risposta ai tuoi dubbi.

Come sono fatte le racchette da Ping Pong?

La racchetta da Ping Pong è in legno e segue misure standardizzate. Le dimensioni sono di solito 17x25x3 cm. La racchetta non deve superare i 25 centimetri di altezza e i 15 di “anima”, cioè della parte piatta che colpisce la pallina. Per essere valida, la racchetta deve essere in legno naturale all’85% fino al manico. In base alle tue esigenze, il manico può essere:

  • Dritto
  • Conico
  • Anatomico
  • Concavo

Scegli il manico che ti sembra più comodo, perché la differenza è tutta qui. Il peso dell’intera racchetta varia dai 77 ai 90 grammi per i modelli per principianti, invece se sei un giocatore esperto, puoi scegliere un modello più pesante o uno più leggero in base al tuo stile di gioco (a partire dai 70 grammi).

Il telaio è la parte più importante della racchetta e ne determina gran parte delle caratteristiche. Lo puoi trovare:

  • solo di legno
  • di legno e balsa
  • di legno e carbonio
  • di legno e fibra di vetro

Passando a tutti gli altri elementi, la racchetta è sempre rivestita da uno strato di gomma. Il rivestimento può essere realizzato con la puntinatura verso l’esterno, oppure utilizzando prima dello strato di gomma uno strato di spugna. In questo modo lo spessore passa da 2 a 4 mm ed è proprio sulla parte esterna di questo strato che si applicare la puntinatura.

Solitamente, il rivestimento in gomma è identico su entrambi i lati della racchetta per quanto riguarda quelle preassemblate, mentre può essere scelto in base al proprio gioco quando vengono assemblate dal giocatore. In base allo spessore del rivestimento, si possono avere tre livelli diversi di gommapiuma:

  1. Soft: permettono una veloce difesa, ma non attacchi potenti
  2. Medium: è la migliore per chi comincia a giocare o per chi usa strategie di difesa e di attacco
  3. Hard: lo spessore maggiore consente una maggiore velocità

Anche se per regolamento la superficie non deve avere dei dislivelli, ci sono tre tipi di superfici accettate ovunque. Oltre a quella liscia, puoi trovare superfici puntinate corte con o senza gommapiuma. La differenza è che l’uso della gommapiuma aumenta la velocità, mentre senza gommapiuma la racchetta, con un buon gioco, si spezza il ritmo dell’avversario.

Le superfici puntinate lunghe sono riservate ai giocatori esperti poiché, per sbaragliare l’avversario, bisogna avere più esperienza rispetto ad altre tipologie di rivestimenti.

Cosa indicano le stelle sulle racchette da Ping Pong?

Fai molta attenzione alle stelle indicate sulle racchette. In base al tipo di racchetta, puoi trovare una classificazione da 2 a 7 stelle. Una di buon livello parte già da 3 stelle ed è indicata per iniziare, tuttavia potresti sceglierne una da 2 stelle come riserva o per il tempo libero.

Con questa classificazione è semplice capire se la racchetta è professionale o per principianti. Un giocatore di tennistavolo a livello agonistico punterà sicuramente su una racchetta da assemblare, scegliendo il telaio e le gomme.

Il giocatore intermedio sceglierà una da 4 o 5 stelle. La classificazione si trova sulla confezione della racchetta, sulla racchetta stessa e nella scheda tecnica. Una racchetta professionale non è per forza la migliore, bisogna considerare budget, strategia di gioco ed il talento del giocatore.

Scegli la racchetta anche in base ai tuoi obiettivi. Se hai intenzione di partecipare alle competizioni, vai su un prodotto da assemblare ad hoc per la situazione.

Tecnica ^

Il Ping Pong, anche se vuoi solo divertirti, ha una tecnica ben precisa. Per acquisirla, hai solo bisogno di un po’ di pratica, tuttavia alcuni segreti utilizzati dagli atleti possono rendere più avvincenti le tue partite. I professionisti si muovono mantenendo l’equilibrio e cercando di prevedere la traiettoria della pallina. C’è una posizione base che puoi usare per essere sempre pronto a ogni evenienza.

Metti il piede sinistro leggermente in avanti e tieni sempre le gambe semipiegate e molleggiate, per essere pronto allo scatto. Mantieni la calma e sii rilassato, anche se sei proteso in avanti. Basteranno pochissimi passi laterale (da 1 a 3) per intercettare la pallina in qualunque posizione si trovi.

Come impugnare la racchetta da ping pong?

Come impugnare la racchetta da ping pong
Posizione durante l’impugnatura della racchetta

La racchetta da Ping Pong si impugna in due modi. C’è la tecnica occidentale e quella orientale. L’impugnatura occidentale prevede che la si impugni con il manico racchiuso in un pugno, con il pollice sulla racchetta.

L’impugnatura orientale è “a penna”, cioè il manico si troverà tra il pollice e l’indice. Nell’impugnatura cinese, il resto della mano è chiuso in un pugno dietro la racchetta. Nell’impugnatura giapponese, invece, le altre dita sono semplicemente appoggiate sul retro della racchetta. L’impugnatura dipende sicuramente dalla nazione di appartenenza dell’atleta.

Consigliamo di leggere questa guida di Ping Pong Italia per un approfondimento completo sulla tematica.

Quali sono i colpi principali?

Come impugnare racchetta ping pong
Posizione durante il servizio

In questo sport si parla molto di difesa e di attacco, ma quali sono i colpi principali del ping pong?

Il più semplice è lo scambio. La sessione di allenamento dura finché la pallina rimane in movimento. Lo scambio consente ai giocatori di passarsi la pallina senza attaccare o difendersi, ma di creare solo un passaggio per imparare la tecnica.

  • Il palleggio è il colpo base della difesa. Riduce il giro di rotazione della pallina, quindi hai un maggiore controllo nel tiro.
  • Il tiro iniziale ti chiama “servizio“, come viene anche nel tennis e nella pallavolo.
  • Il topspin è l’attacco di base che parte dal basso verso l’alto. Il risultato è una pallina che gira più velocemente, quindi per l’avversario è più difficile da controllare.
  • Al topspin si può rispondere con un palleggio, oppure con un blocco, ovvero tenendo ferma la racchetta e aspettando che la pallina la colpisca per ridurne la velocità.
  • Puoi chiudere la partita con una schiacciata: se la pallina è in alto, basta colpirla con la racchetta ferma per sfruttare la stessa forza cinetica impressa dal tuo avversario oppure puoi aggiungere la forza per un risultato molto più potente. In questa guida trovi un’infarinatura completa sulla tecnica.

Tutorial ^

Per mantenere la racchetta perfetta a ogni partita, servono alcune piccole attenzioni. Dovrai pulirla dopo ogni partita e cambiare la gomma quando necessario. Ecco quali sono tutte le tecniche e le strategie per mantenere la tua racchetta sempre pronta a ogni evenienza.

Come pulire la racchetta da Ping Pong?

Per pulire la racchetta non devi usare i prodotti per la casa. Il rischio è quello di compromettere il grip della gomma, soprattutto se hai una racchetta a superficie puntinata. La prima cosa da fare è prendere un panno morbido e passare con l’acqua tiepida, per evitare graffi sulla superficie del rivestimento. In alternativa, si può usare una spugna senza parte abrasiva.

Aziende come Imperial, Ranuw, Pongori e Joola producono detergenti specifici per questo tipo di pulizia.

I detergenti possono essere liquidi o in spray. Per usarli, basta spruzzarli sulla superficie, oppure creare una soluzione di acqua e detergente col panno pulito o con la spugna. Hai ancora dei dubbi? Leggi come puliscono la racchetta i giocatori abituali in questo forum.

Come sostituire le gomme delle racchette da Ping Pong?

Con il tempo, la gomma della racchetta diventa meno appiccicosa e meno elastica. Se per i primi tempi il rivestimento riesce a tornare quello di sempre e ad offrire un ottimo grip, con il tempo questo non è più possibile.

Per sostituire la gomma segui questo tutorial:

  1. devi staccare la gomma precedente con un solvente e della carta vetrata
  2. devi ritagliare sia la gomma che la gommapiuma nuova, infatti ti arriva quadrata e non circolare
  3. dovrai incollare con la colla specifica per racchette da Ping Pong e lasciare asciugare in un posto poco umido

Se desideri cambiarle da solo consigliamo di leggere questa discussione per procedere spedito e senza far danni.

Video ^

Perché le racchette da Ping Pong sono rosse e nere? ^

Perché racchetta ping pong rossa nera
Posizione della racchetta durante una risposta

Fino al 1985, la racchetta aveva lo stesso colore sia sul fronte che sul retro e gli effetti dei due colpi erano molto diversi. La parte sul retro era ideale per difendersi, la parte sul fronte per attaccare.

Non potendo distinguere le due parti, alcuni giocatori riuscivano a confondere gli avversari semplicemente ruotando la racchetta sotto il tavolo. Si creò così il codice ITTF, che indicava esattamente i colori che la racchetta avrebbe dovuto avere sul fronte e sul retro, tutto questo per essere regolamentare nelle Olimpiadi o nelle altre competizioni di alto livello. 

Quando compri una racchetta, nella scheda tecnica viene indicato se rispetta questo codice o no. Naturalmente, se non partecipi nelle competizioni agonistiche, non sarà necessario acquistarne una che rispetti il codice ITTF. Sul sito ufficiale (en) trovi tutti i requisiti che l’attrezzatura deve rispettare per essere approvata dall’ITTF.

Leggi la nostra Disclaimer sui Prezzi.